Storie di viaggio

È sicuro che le donne viaggino in India?

Pin
Send
Share
Send
Send


La questione della sicurezza delle donne in India è stata spesso nelle notizie di recente. Molte donne hanno espresso preoccupazione per il loro viaggio, e molte altre hanno deciso di non andare affatto. Non sono mai stato in India - e anche io non sono una donna - ma ritengo che sia un argomento importante da discutere. Oggi, per favore, benvenuto a Candace Rardon, che ha trascorso molti mesi viaggiando per l'India da sola, per discutere di sicurezza e viaggi da solo in India.

La mia introduzione in India è arrivata al volante di un'auto-risciò.

Per due settimane nel 2011, il mio amico Citlalli e io abbiamo preso parte alla Rickshaw Run, guidando uno degli indiani onnipresenti veicoli a tre ruote lungo il paese.

Il quinto giorno abbiamo passato tre ore a lottare per un ingorgo di 18 miglia nel Bihar, uno stato noto per la sua povertà e violenza. Dopo la seconda ora, avevo bisogno di una pausa per schivare camion, autobus e mucche e così ci siamo fermati.

Immediatamente una folla di circa 20 uomini circondò il nostro risciò. Citlalli e io nervosamente salutammo, sperando di spezzare la tensione che sentivamo come due donne straniere in una situazione del genere, quando un negoziante dai capelli bianchi si avvicinò a noi. Nella sua mano c'erano due piccole tazze di dolce chai fumante.

Ho cercato di spiegare che eravamo senza grandi cambiamenti e non potevamo pagarlo per il tè, ma lui ha insistito, dicendo: "Potrei essere povero, ma ho ancora un cuore".

Perché andare in India?


Sono consapevole delle varie minacce che affliggono le donne indiane e i visitatori stranieri: fissi, brancolanti, stalking e, soprattutto, stupro. Con tali minacce che incombono per sempre sulla testa di un viaggiatore femminile, ha senso chiedersi se l'India valga la pena e la seccatura. Perché non saltare interamente a favore di destinazioni meno problematiche?

Una ragione: nessun paese ti affascinerà e ti frustrerà di più.

Mentre viaggiare in India richiederà maggiore attenzione e buon senso, ti assicuro che ne vale la pena. Anche se incontrai uomini che mi fissavano in modo inappropriato, c'erano innumerevoli altri che non mi trattavano in alcun modo come un oggetto sessuale: contadini e farmacisti, commercianti e insegnanti, uomini il cui calore, gentilezza e compassione mi spingevano in modi inaspettati.

L'uomo che ci diede il chai in Bihar era solo l'inizio. C'era il tempo in cui avevo la pancia di Delhi a Bhubaneswar e un impiegato dell'albergo mi portava lo yogurt con lo zucchero; il tempo in cui stavo aspettando che il volo di un amico arrivasse all'una di notte e un tizio con cui ho fatto una chiacchierata ci invitò al matrimonio di sua sorella la settimana successiva; e il tempo in cui saltai da un treno a Chennai e un uomo mi condusse dall'altra parte della strada a comprare garza e disinfettante per rattoppare il mio ginocchio pelato.

È impossibile stereotipare una nazione di un miliardo di persone, e le brutte esperienze saranno naturalmente impossibili da evitare. La sfida sta nel rifiuto di accettare tali eventi come lo status quo, pur scegliendo di concentrarsi sul positivo. Questo potrebbe sembrare banale o ingenuo, ma è una scelta che l'India richiede a te.

Attingendo al mio tempo trascorso in India e ai consigli di altre donne che hanno viaggiato molto là, ecco 11 consigli per aiutare a scongiurare situazioni indesiderate, ma anche per mantenerti aperto a esperienze positive:

1. Fai i compiti


Come faresti per qualsiasi destinazione, trascorri del tempo imparando l'India e le sue abitudini prima di arrivare. Entra con gli occhi ben aperti, avendo compiuto i passi necessari per essere educato e preparato e capire che ciò che ti attende può essere molto diverso da quello a cui sei abituato.

Beth Whitman, fondatrice e CEO di Wanderlust e Lipstick and WanderTours, conduce dal 2009 sia viaggi esclusivamente femminili che coed in India, e non una volta una donna su un WanderTour ha avuto problemi con la sua sicurezza.

"Non andare in regioni dove il crimine (in particolare le droghe) è dilagante", scrive Beth. "Ci sono posti in India come questo. Leggi le guide e i forum per determinare se la tua destinazione rientra in quella categoria. "

Nella mia esperienza personale, la preparazione più importante per l'India era mentale. Prima di andare per la prima volta, mi sembrava di essere pronto per visitare un altro pianeta. Tra il preoccuparsi di quali colpi ottenere, cosa succederebbe quando mi ammalai per la prima volta, e se sarei al sicuro o meno, l'India ha richiesto un enorme aggiustamento mentale - questa non sarebbe stata un'altra vacanza al mare o una pausa in una città europea.

2. Vestire in modo appropriato


Questo è ovvio, ma merita di essere ripetuto: l'India è un paese conservatore, quindi sii rispettoso di ciò coprendo le spalle e le gambe e osservando la tua scissione.

Considera di indossare un abbigliamento indiano come a kurta (lunga tunica sciolta) o a shalwar kameez vestito, che può essere facilmente raccolto una volta arrivati ​​ai mercati locali o presso negozi come Fabindia. Questo non è affatto una garanzia per la tua sicurezza e non può cambiare il modo in cui gli uomini agiscono nei tuoi confronti, ma non è necessario attirare l'attenzione inutile su di te.

L'unica eccezione possibile a questo è Goa, le cui spiagge famose sono diventate sempre più occidentalizzate. Ma sappi che sebbene sia più accettabile indossare un bikini qui, potresti comunque attirare anticipi indesiderati.

3. Discernere quando giudicare la verità può aiutarti


Non sono mai un fan di non dire la verità sulla strada. Credo che, quando appropriato, sia altrettanto importante condividere le nostre usanze e i nostri modi di vivere con le altre culture, così come lo è conoscere le loro. Questo scambio reciproco è una delle tante cose che amo del viaggio.

Il fatto di essere single non sposati a 27 anni e di viaggiare da sola è spesso sorprendente per gli indiani che ho incontrato, e mi sono piaciute le nostre conversazioni sulle nostre diverse culture - conversazioni che potrebbero non aver avuto luogo se avessi indossato una finta fede nuziale o fingessi che il mio marito fosse falso lavora a Mumbai.

Mentre cenava da solo a Mumbai una sera, un indiano seduto a un altro tavolo mi chiese se poteva unirsi a me. La nostra conversazione è stata interessante e sono stato contento della possibilità di parlare, ma in seguito mi ha chiesto se potevamo andare da qualche altra parte per un drink o incontrarci di nuovo la sera successiva. Non mi sentivo a mio agio nel farlo da solo, e gli dissi che avevo già dei piani con gli amici.

Usa il discernimento e scopri se una tale bugia bianca può aiutarti a proteggerti. Beth Whitman raccomanda specificamente questa strategia quando si rimane da soli in un hotel. "Considera di menzionare un marito o un ragazzo che sta arrivando a breve, e non fare conversazioni amichevoli con il personale maschile. Invece, diventa amico di qualsiasi donna, se capita di lavorare lì ".

(Matt dice: ci sono molti altri articoli su questo sito web scritti da viaggiatori femminili sulla sicurezza delle donne in viaggio e che danno consigli su come integrarli. Puoi trovarli tutti cliccando su questo link per ulteriori suggerimenti e storie.)

4. Durante i viaggi in treno, prenota l'ormeggio superiore


Ognuno ha la sua favola memorabile dai binari indiani - la coppia che li ha aiutati a scendere alla stazione giusta, la famiglia che ha insistito per condividere i loro dal e chapati, lo studente del college che ha detto di svegliarlo se ci fosse qualche problema. In nessun'altra parte del mondo il viaggio è tanto divertente quanto la destinazione come in India.

Ma è anche importante prendere alcune precauzioni. Al momento della prenotazione del viaggio, richiedi l'ormeggio superiore. Questo non sarà solo un posto dove tenere i bagagli al sicuro durante il giorno, ma ti darà anche un senso di privacy e ti terrà lontano dalla mischia durante la notte mentre dormi.

C'è un sacco di trambusto sui treni indiani: durante il giorno, un flusso costante di venditori si sposta vendendo cibo e bevande, e anche di notte i passeggeri salgono e scendono costantemente dal treno. Sebbene la commozione sia divertente per un po 'di tempo, apprezzerai il fatto di avere una cuccetta superiore per te durante la notte.

E mentre l'idea di più spazio e aria più fredda in 2a classe A / C può essere allettante, Citlalli Milan, uno scrittore e attrice che ha vissuto nella città di Rajasthan di Udaipur per quattro anni, suggerisce il contrario.

"Se viaggia da solo, mi prenotarei sempre in un treno di classe dormiente. È pieno di gente - donne, bambini e altri viaggiatori - che rende più difficile l'accadimento [degli incontri indesiderati]. "

5. Non arrivare a una nuova destinazione durante la notte


Cerca di evitare arrivi o partenze notturne. Questo è tanto un problema di sicurezza quanto lo è per ragioni finanziarie: i furbetti saranno fuori, sperando di trarre vantaggio da quelli che sembrano persi o senza un piano. Prenota almeno la sistemazione della prima notte in anticipo in modo da essere sicuro di dove sei diretto quando esci dall'aeroporto o dalla stazione ferroviaria.

Evita anche di viaggiare a piedi durante la notte, così come con i mezzi pubblici (specialmente se il trasporto in autobus o in treno è vuoto); optare per taxi prepagati o auto-rickshaws invece. Anche allora, Mariellen Ward, fondatore del blog di viaggi ispirato all'India Breathe Dream Go e la comunità di WeGoSolo per viaggiatori donne sole, incoraggia le donne a prendere nota della targa del veicolo, a effettuare una chiamata sul proprio telefono cellulare (reale o in scena) e a indicare il numero di targa e la destinazione a portata di orecchio del conducente.

La scrittrice di viaggi Sophie Collard si è recata in India nel 2012, poco prima dello stupro di Delhi, e ha ricevuto questo consiglio: "Una giornalista ha detto:" Ragazza, devi prenderne uno "e ha tirato fuori spray al peperoncino e mi ha detto che potevo prenderlo dal farmacista [farmacista], così ho fatto, e mi ha fatto sentire al sicuro. L'ho portato con me nelle strade di Londra anche quando sono tornato. "

6. Sii risoluto


In un paese la cui testa classica può significare sì, no, forse, non ora, o "vedremo", ha senso che è difficile dire fermamente a qualcuno no in India. Ma come donna da sola, a volte è necessario, proprio come occasionalmente è necessario ignorare conversazioni indesiderate o scomode.

Quando viaggi da solo come donna, specialmente in un paese come l'India, è tua responsabilità proteggerti, quindi non esitare a farlo, sia con una parola forte che con una risposta silenziosa.

Da nessuna parte ho sentito il bisogno di essere più assertivo di quando ero in un mercato. Per farcela attraverso una sfida di venditori persuasivi e persuasivi, dire un educato "no grazie" avrà spesso scarso effetto. Per quanto maleducato come qualcuno che è tipicamente più soft, a volte risponderei semplicemente con "no" con un tono di voce acuto, o persino con "nah?, "La parola hindi per no.

7. Guarda il tuo linguaggio del corpo


La sfida che ho menzionato prima - tra stare in guardia e tenere un cuore aperto - è forse più rilevante per il modo in cui agisci nei confronti degli uomini in India e dei messaggi che potresti inviare inconsciamente. Come Beth Whitman consiglia, "Non dare mai alcuna indicazione che potresti essere interessato a loro".

La cosa importante da ricordare è che un'azione o un gesto che possono venire naturalmente a te, come toccare il braccio di qualcuno mentre parli con loro, potrebbero essere interpretati erroneamente in un paese conservatore come l'India. Ricordati di mantenere la tua distanza fisica dagli uomini pur essendo aperti a loro, specialmente sui mezzi pubblici dove lo spazio personale è prezioso.

Durante un viaggio in treno da Panjim, Goa, a Mumbai, ho fatto amicizia con una donna indiana di nome Mercy e la sua anziana madre, nonché con un folto gruppo di studenti universitari maschi. Nel corso del nostro viaggio, mi è piaciuto conoscere gli studenti, anche se Mercy mi avrebbe tranquillamente avvertito di mantenere le distanze e di non sedermi accanto a loro.

Sebbene potessi dire perché lo avrebbe fatto - erano rumorosi e chiaramente erano stati a Goa in vacanza - sentivo che non intendevano far male (e sono ancora in contatto con uno studente tramite Facebook).

Interagire con gli uomini in India è un costante atto di equilibrio di essere guardato e amichevole.

8. Non fare nulla che non faresti a casa

È vero che il viaggio ti apre a nuove esperienze e ti spinge fuori dalla tua zona di comfort, ma allo stesso tempo, sii ragionevole e chiediti se vuoi fare qualcosa a casa. Cose come fare l'autostop, uscire da sole di notte e accettare bevande da uomini che non conosci sono rischiose, non importa dove ti trovi nel mondo.

Citlalli Milan suggerisce di conoscere qualcuno per primo: "Quando ho accettato un invito o sono andato con qualcuno per il chai, è stato dopo poche settimane o mesi di salutare per strada e assicurarmi che sapessero chi ero e ne sapevo un po 'di più su di loro ... È bello interagire con la gente del posto, sempre con la massima attenzione e consapevolezza della cultura ".

9. Valuta di viaggiare con un gruppo


Il pensiero di visitare l'India per la prima volta è abbastanza intimidatorio, quindi forse iniziare la tua esperienza in un tour (attraverso aziende come Intrepid o WanderTours di cui sopra) può aiutarti ad abituarti. (Matt dice: Ottieni uno sconto del 10% sui tour Intrepid di più giorni oltre $ 500 USD. Clicca qui per vedere il codice promozionale esclusivo.)

Dopo una serie di momenti inquietanti durante il suo primo viaggio in India, Becki Enright ha intenzione di fare un tour la prossima volta: "Sto guardando di nuovo i tour di gruppo, dove mi è garantita l'idea di" sicurezza nei numeri "e dove ho vinto viaggerei su treni e autobus da solo. Mi distinguo e ne sono consapevole, e quelle sono le mie misure iniziali per garantire la mia sicurezza ".

Una parte enorme del viaggiare da soli sta imparando a fidarsi del proprio istinto quando non si hanno amici o parenti lì per discutere le proprie opzioni. Prima di poterti fidare di quelli che incontri sulla strada, devi imparare a fidarti di te stesso. Sviluppa questo senso di fiducia in se stesso prima di avventurarsi in India da solo.

10. Sapere che si terranno sessioni di fotografia di massa


Ciò accade abbastanza in India che ritengo sia degno di menzione: se all'improvviso ti trovi al centro di una raffica di richieste fotografiche, specialmente nei siti storici chiave, segui il flusso - finché ti sentirai a tuo agio.

Mi è successo al Taj Mahal, di fronte al Gateway of India a Mumbai, e persino su una spiaggia a Puri, in Orissa - mi è stato chiesto di farmi fotografare con almeno una dozzina di famiglie o gruppi di giovani. Questo può sembrare strano, ma di solito è innocuo.

11. Raggruppa - o inizia il tuo tempo in India - lontano dalle grandi città


Anche se seguirai i suggerimenti qui menzionati finora e altrove sul web, le molestie potrebbero ancora accadere. Se hai un'esperienza che ti fa venire i nervi, non lasciare l'India immediatamente. Prenditi del tempo per elaborare, curare e riorganizzare.

Pensa di andare in posti come Dharamsala, casa del Dalai Lama e circondato dall'Himalaya; Jaisalmer, un'antica città fortificata nel deserto del Thar; Fort Cochin, una città coloniale con facile accesso alle tranquille lagune del Kerala; e luoghi meno conosciuti a Goa come la baia di Colomb, situata tra le spiagge di Palolem e Patnem.

Questi sono tutti i luoghi in cui ho trovato una certa calma e tregua dal dover essere così tanto in guardia, e consiglierei addirittura di iniziare il tuo tempo in India in questi luoghi. Sebbene sia allettante iniziare nel Triangolo d'oro - Delhi, Agra e Jaipur - le folle intense potrebbero non darti lo spazio per adattarti e adattarti all'India.

Mantieni un cuore aperto
Anche se l'India può essere un luogo difficile da percorrere e ci saranno momenti in cui essere al centro dell'attenzione è travolgente, è un'esperienza che rifarei di nuovo in un batter d'occhio. Usando i suggerimenti di cui sopra, spero che tu possa mitigare la sensazione di avere occhi inopportunamente su di te e trasformare situazioni scomode in positive.

Inoltre, tieni presente che questo problema di rimanere al sicuro durante la visita in India fa parte di un problema più ampio in mano: cosa significa essere semplicemente una donna in India. Le minacce che affliggono i viaggiatori di sesso femminile sono cose che le donne indiane hanno avuto a che fare con tutta la loro vita e continueranno a trattare per molto tempo dopo la nostra partenza.

In definitiva, non c'è alcun segreto per rimanere al sicuro in India. È un processo continuo di saggia e acuto ascolto dei tuoi istinti, proprio come faresti in qualsiasi altro posto al mondo. Gli indiani amano accogliere gli stranieri nel loro paese, quindi fidati del tuo istinto nell'accogliere la loro ospitalità e imparare dalla loro gentilezza.

L'India è un paese complicato e caotico, eppure è anche un luogo di inconcepibile bellezza e calore.

Candace Rose Rardon è uno scrittore di viaggi che è stato descritto nel New York Times e scrive il blogThe Great Affair. Lei viaggia per il mondo e dipinge bellissime immagini ad acquerello di ciò che vede. Il suo blog è uno dei miei preferiti.

Conquering Mountains: la guida per viaggiare in solitaria

Per una guida completa da A a Z su un viaggio da solista, guarda il nuovo libro di Kristin Addis, Conquistare le montagne. Oltre a discutere molti dei consigli pratici di preparazione e pianificazione del viaggio, il libro affronta le paure, la sicurezza e le preoccupazioni emotive che le donne hanno sul viaggiare da soli. Contiene oltre 20 interviste con altri scrittori e viaggiatori di viaggi femminili. Clicca qui per saperne di più sul libro, su come può aiutarti e puoi iniziare a leggerlo oggi!

Pin
Send
Share
Send
Send