Storie di viaggio

Come Staci non ha permesso a una condizione medica di impedirle di viaggiare


Ho incontrato Staci per la prima volta quando è venuta a uno dei miei incontri a New York. Voleva ringraziarmi per averla aiutata a viaggiare per il mondo. Vedi, per lei, non è così semplice come salire su un aereo e andare da qualche parte. Staci è nato con una rara condizione genetica che l'ha lasciata sorda, con dita fuse, mascelle e una miriade di altri problemi medici. Determinata a non sedersi ai margini, Staci ha lavorato duramente per superare gli ostacoli davanti a lei in modo che potesse trasformare i suoi sogni di viaggio in realtà. Quindi, senza ulteriori indugi, ecco Staci!

Nomadic Matt: Ciao Staci! Parlaci di te!
Staci: Mi chiamo Staci e ho 28 anni. Mi capita di avere la sindrome di Nager, una condizione genetica molto rara in cui sono nato con mascelle fuse, gomiti armati, quattro dita e sordità, per citare alcuni fatti divertenti su di esso. Ho avuto molti interventi chirurgici per correggere un sacco di problemi e aumentare la qualità della mia vita.

Sono nato a Seattle e mi sono trasferito in una città incredibilmente rurale a New York quando avevo dieci anni. Ho sempre avuto un interesse per le lingue e altre culture. Anche se sono sordo, ho superato facilmente in spagnolo i miei compagni di classe dell'udito di terza elementare perché l'ho trovato divertente e stimolante. I miei altri amori sono storia e arte e sì, sono stati combinati in una laurea in storia dell'arte e in professioni museali.

Mi piace tutto ciò che mi sfida, e odio essere stagnante.

Come sei arrivato in viaggio?
Quando stavo crescendo, la mia famiglia ha fatto diversi viaggi negli Stati Uniti, ma è stato solo il mio ultimo anno in una piccola scuola per sordi che sono andato in Italia e in Grecia con le classi senior e junior. Lì, finalmente ho sperimentato cosa vuol dire viaggiare, anche se mi sentivo soffocato dagli accompagnatori e dall'itinerario. Ma mi ha dato un assaggio e volevo di più. Sono diventato dipendente dall'idea di libertà.

Nel 2010, dovevo andare a Montreal con un amico per le vacanze di primavera, ma lei ha dovuto abbandonare. Sono comunque andato avanti e ho sperimentato la libertà del viaggio da solista: potevo fare quello che volevo senza un piano prefissato. Lo amavo.

Sono partito per la Germania, nel marzo 2011, che ha dato il via al mio viaggio di un mese attraverso l'Europa. Non ho detto la mia famiglia per alcune settimane, perché non volevo essere scoraggiato e fatto rimanere a casa. Ho esplorato la Germania, l'Austria, la Slovenia, la Croazia, la Bosnia e la Serbia (mi sono facilmente innamorato di Belgrado e sono rimasto lì per due mesi) finché non sono dovuto tornare a casa ad agosto a causa di un braccio rotto.

Nel 2012 sono andato in Nicaragua per le vacanze di primavera. Era il mio primo assaggio di America Latina, e sapevo che volevo imparare più spagnolo. Poi, nel 2013 e nel 2014, sono andato in Messico, che è diventato rapidamente il mio paese preferito, in cui voglio trasferirmi in futuro. Mi sentivo connesso lì e potevo essere indipendente come volevo. Era anche facile ottenere più del mio cibo speciale in un grande negozio di alimentari, anche se era costoso rispetto al cibo locale. Nel 2015, mi sono diretto in Ecuador durante le vacanze di primavera, e nel 2016 ho trovato un volo economico per l'Islanda, visto che l'aurora boreale era facilmente il momento clou della mia settimana lì.

Il 2017 finora ha caratterizzato un viaggio di compleanno nelle Filippine, il mio primo paese asiatico. Recentemente ho trascorso un mese in Messico visitando i miei amici e uscendo come un locale.

Qual è stata la lezione più grande finora?
Budgeting. Ho avuto zero idee sul bilancio durante il mio primo viaggio enorme e overspent così tanto. Mi sono migliorato, ma continuo a lottare. Ad esempio, mia madre ha dovuto aiutarmi con un volo interno di $ 130 in Islanda perché ero così orribile al budget.

Un'altra lotta è il sovraimballaggio. Anche se riesco a mettere in valigia abiti da una settimana, è troppo, perché devo portare anche molte bottiglie del mio cibo speciale.

Come hai risolto questi errori? Come sei migliorato con loro?
Bene, per quanto riguarda il bilancio, ho imparato che ho bisogno di più soldi di quanto pensassi, quindi ho risparmiato di più. Ora tendo anche a concentrarmi su posti che sono a buon mercato per la maggior parte, e se i miei piani originali falliscono, ho piani di backup in modo da non dover spendere inaspettatamente o prendere in prestito denaro. Sono migliorato con i soldi, ma continuo a scivolare.

Quando si tratta di confezionare, faccio del mio meglio per confezionare solo 3-4 fondi e diversi vestiti, ma ho ancora la tendenza a confezionare troppe camicie. Essendo di altezza ridotta, molti dei miei vestiti sono piccoli, il che rende più facile il sovrappattamento del mio zaino. Cerco di mettere in valigia due paia di scarpe al massimo, oltre alle infradito, ma le mie scarpe Dr. Martens preferite impermeabili occupano sicuramente molto spazio quando non le indosso. Mi infilo le calze nelle scarpe e arrotolo sempre i miei vestiti.

Dato che ho l'abitudine di andare a fare compere mentre sono in viaggio, cerco di non imballare troppo, solo per ritrovarmi con uno zaino ancora più pesante quando torno. Quando ero in Europa per la prima volta, spedivo le cose a casa perché il mio zaino si stava ingrassando con le cose che avevo per la mia famiglia e con i vestiti per il freddo che non avevo più bisogno nei climi più caldi. Ora, sostanzialmente lo strato più che posso se mi dirigo verso un luogo più fresco.

Quali risorse sono disponibili per i viaggiatori non udenti?
Seek the World di Calvin Young è una buona risorsa per i non udenti dal momento che è sordo. Ha una pagina Facebook molto attiva, e mostra le diverse impronte digitali e i segni dei vari paesi. Si collega anche ad altre risorse utili che incoraggiano più persone non udenti a viaggiare.

Un'altra opzione è No Barriers di Joel Barish. Inserisce vlog in cui incontra persone locali sorde in tutto il mondo e chiede loro del loro lavoro e della loro vita. È anche il fondatore di DeafNation, che si concentra sulla "lingua, cultura e orgoglio".

Come comunichi se la lingua dei segni è diversa in ogni altra lingua?
Ho sempre con me il mio iPhone, ma porto anche il mio blocco note nella borsa quando uso un telefono non è l'ideale (la sicurezza o non viene caricata). C'è anche la lingua dei segni internazionale, ma io non lo so, anche se conosco un po 'di lingua dei segni messicana. Anche io ero abituato a parlare, ma una complicanza medica è accaduta così, in questo momento, parlare non è possibile. Io sono il peggiore in lettura labiale, e anche se indosso apparecchi acustici, preferisco semplicemente scrivere le cose.

Hai detto che hai una mascella fusa, quindi è difficile da mangiare. Viaggiate solo per brevi periodi? Come vi aggirate con le vostre esigenze mediche durante il viaggio? Porti tutto con te?
La sindrome di Nager rende difficile mangiare. Recentemente ho avuto un intervento chirurgico per aprire le mascelle, ed è stato il primo intervento chirurgico riuscito a farlo; tuttavia non riesco ancora a mangiare cibo solido perché ho bisogno di una terapia per far funzionare quei muscoli inutilizzati e altre cose divertenti.

Tutte le sfide che ho affrontato erano legate al mio cibo. Lo scadere è facile e non posso portare solo cinque scatole o 16 bottiglie da quando viaggio da solo e supererebbe il limite di peso per il check-in per i voli e renderebbe impossibile l'imballaggio. Ovunque in Europa, e anche in alcuni altri paesi, non riesco a trovare il mio cibo speciale e sono rimasto senza molte opzioni di nutrizione a causa delle mie mascelle fuse. Le zuppe non possono riempirmi, e nemmeno frullati, frappè, ecc. Non sono una soluzione, perché è troppo facile perdere peso, il che è una cosa molto negativa per me. È anche estremamente facile per me soffocare su piccoli pezzi di cibo, quindi non posso solo mangiare piselli, riso o mais, e non mi piace il purè di patate.

Il mio cibo è a scopo nutrizionale e bevo circa 7+ bottiglie al giorno per riempirmi. Viaggiare per diversi mesi alla volta dipende da se sono in grado di ottenere il mio cibo o no. Non riesco a trovare Garantire Plus ovunque in Europa, sia nelle farmacie che nei grandi negozi di alimentari, quindi dimenticatevi di restare lì a lungo termine. Almeno in Messico, potrei trovarlo facilmente e quindi posso rimanere lì per diversi mesi se lo desidero, ma è costoso e il costo è destinato al mio budget.

Per quanto riguarda il portare il cibo con me quando volo, tengo sempre la linea TSA perché hanno bisogno di testare il mio cibo e, occasionalmente, aprire una bottiglia (poi bevo quella bottiglia al mio cancello). Porto sempre con me una nota da mostrare agli agenti, e cerco di essere il più piacevole possibile per rendere tutto più fluido e veloce. Quando ho fatto una sosta a Taipei sulla strada per le Filippine, la sicurezza e le abitudini erano più intense con il mio cibo, ed ero nervoso che non mi avrebbero permesso di portarlo con me anche se ho mostrato la nota del mio medico, ma per fortuna ho non ha avuto problemi.

Porto con me tutto quando sono in viaggio. Mi piace che i voli internazionali consentano borse a pagamento gratuite, quindi ne approfitto, ma anche così spesso non ho spazio per il cibo nel mio zaino controllato. Quindi le mie borse da viaggio sono incredibilmente pesanti con le molte bottiglie che porto. Se riesco a impacchettare il cibo nel mio zaino controllato, anche quando sono rinchiusi in un sacco della spazzatura per evitare che il cibo si rovesci su tutte le mie cose, trovo sempre il sacco della spazzatura squarciato a causa delle ispezioni TSA per assicurarmi che tutto sia OK .

C'è una grande comunità di viaggiatori con le tue condizioni di poter ottenere supporto e informazioni?
Beh, dato che le mie condizioni sono incredibilmente rare e richiedono così tanti interventi chirurgici per migliorare le nostre vite, non è un gruppo numeroso, probabilmente centinaia di persone. Tuttavia, ogni due anni, la Fondazione per la sindrome di Nager e Miller ospita una conferenza da qualche parte in America. Non ci vado molto, perché di solito sono uno dei pochi che usano l'ASL (o l'unico), e spesso è difficile relazionarsi con gli altri le cui esperienze sono molto diverse dalle mie. C'è anche un gruppo Facebook internazionale privato per le persone con la sindrome di Nager e i loro familiari, ma dal momento che è un gruppo privato, non lo condividerò perché non vogliamo il bullismo.

Quali sono state alcune delle tue esperienze preferite?
Una delle mie esperienze preferite è stata vedere l'aurora boreale in Islanda. Quella settimana pioveva praticamente ogni giorno e nevicava un giorno. Ma il mio ultimo giorno lì, c'era il sole per una volta e quella notte era chiara, quindi sono stato in grado di vederli. La mia altra esperienza preferita è stata le Filippine, perché era un paese fantastico, anche se non sopportavo il caldo. Ho visto tarsieri [una specie di primate] e le Chocolate Hills e ho nuotato nelle acque confortevoli di Palawan.

Ma la mia cosa preferita da fare è viaggiare in posti meravigliosi e conoscere meglio loro e la loro cultura. Sono un'enorme storia e art nerd, e mi emoziono molto quando visito siti storici e musei come El Tajín, Teotihuacán, Museo Nacional de Antropología e Museo El Tamayo in Messico, o il Museo de Arte Precolombino Casa del Alabado , un museo dedicato alla storia precolombiana a Quito, in Ecuador.

Qual è il tuo consiglio numero uno per i nuovi viaggiatori?
Fai lo sforzo di incontrare gente del posto durante i tuoi viaggi. Couchsurfing e Airbnb sono i miei modi preferiti per incontrare gente del posto quando viaggio. È fantastico conoscere la cultura di un luogo che visiti. Ma di nuovo, sono un grande appassionato di arte e storia e sono incredibilmente interessato a conoscere culture e lingue. Anche se sono sordo, non ho mai avuto problemi a comunicare, e per qualche strana ragione, anche se sono timido da morire, sono più estroverso e disposto a chiacchierare con persone al di fuori dell'America.

Diventa la Success Success Story

Una delle mie parti preferite di questo lavoro è ascoltare le storie di viaggio delle persone. Mi ispirano, ma soprattutto, ti ispirano anche. Viaggio in un certo modo ma ci sono molti modi per finanziare i tuoi viaggi e viaggiare per il mondo. Spero che queste storie dimostrino che esiste più di un modo per viaggiare e che è a portata di mano per raggiungere i tuoi obiettivi di viaggio. Ecco altri esempi di persone che hanno superato gli ostacoli e hanno reso i loro sogni di viaggio una realtà:

Guarda il video: A Show of Scrutiny. Critical Role. Campaign 2, Episode 2 (Ottobre 2019).

Загрузка...