Storie di viaggio

Cosa rende nomade un nomade?

Pin
Send
Share
Send
Send



Cosa rende nomade un nomade? O un viaggiatore con zaino e sacco a pelo uno zaino in spalla? Come definisci un viaggiatore in economia?

Sono un nomade perché mi muovo molto o ho rinunciato ai diritti di chiamarmi quando ho preso un appartamento? Sono un viaggiatore di lusso perché sto in un albergo o un viaggiatore in economia perché uso i punti per rimanere in loro gratuitamente?

Mi sono trovato di fronte a queste domande il mese scorso quando mi è stato chiesto come non fosse più un nomade. Ho risposto dicendo che non mi sentivo diverso, né ritenevo che l'etichetta avesse un significato speciale. Una volta un viaggiatore, sempre un viaggiatore!

Ci sono molti nomi per le persone che viaggiano per il mondo: backpackers, nomadi, vagabondi, turisti, esploratori, viaggiatori.

Le etichette sono ovunque ma sembrano particolarmente diffuse tra i viaggiatori che cercano di differenziare il loro stile di viaggio. Per molti viaggiatori, queste etichette li fanno sentire superiori rispetto ad altri.

Andrew Zimmerman da Alimenti bizzarri una volta disse: "Per favore sii un viaggiatore, non un turista. Prova nuove cose, incontra nuove persone e guarda oltre ciò che è giusto di fronte a te. Quelle sono le chiavi per capire questo fantastico mondo in cui viviamo. "

Questa citazione è simbolica della mentalità che i viaggiatori sono più bravi ad esplorare il mondo rispetto ai turisti. Scavano nella cultura, bevono e conoscono un posto mentre un turista fotografa e afferma di aver "fatto Parigi".

Ma quella mentalità è una schifezza da viaggio elitaria.

Siamo tutti turisti.

Sulla strada, i viaggiatori zaino in spalla amano parlare di quanto siano autentici i loro viaggi e di quanto siano turisti non autentici. "Guarda quei turisti laggiù", dicono. Scherniscono gli altri che viaggiano troppo in fretta o in luoghi che non ritengono sufficientemente percorribili. E lo fanno dagli ostelli mentre mangiano hamburger e bevono birre con altri viaggiatori, un'ironia che spesso si perde su di loro.

L'unico modo per conoscere veramente profondamente un posto è vivere lì. Se vuoi vivere come un locale, trova un appartamento, trova un lavoro, vai al lavoro e fai le stesse cose che hai fatto a casa.

Stiamo semplicemente passando attraverso una cultura, ottenendone un piccolo assaggio prima di passare al luogo successivo. Anche se restiamo settimane o mesi, stiamo semplicemente sfiorando la superficie. In realtà, siamo tutti davvero solo turisti.

O viaggiatori.

O nomadi.

Chiamati come vuoi, è tutto uguale.

Prendiamo il budget travel come esempio. Chi definisce cos'è un viaggiatore in economia? Anche se alcuni posti sono più costosi di altri, il mio budget giornaliero medio per il viaggio è di $ 50 al giorno. A volte spendo di più, la maggior parte del tempo spendo di meno. Tuttavia, per alcuni non è abbastanza economico.

"Hai speso $ 50 al giorno a Londra? Bene, ho speso $ 30! "

"Ah, ho speso solo $ 5 per le immersioni e l'occupazione nelle case".

C'è un unico passo in avanti su chi può essere un viaggiatore più economico, soprattutto tra i viaggiatori zaino in spalla. Tutti stanno cercando di correre fino in fondo, pensando di renderli un viaggiatore migliore. Ma non importa quanto tu spenda - o non spenderai - cerchiamo tutti di fare la stessa cosa: vedere il mondo.

Non etichettare nessuno e non permettere a nessuno di etichettarti.

Il tuo viaggio è il tuo.

Non permettere a nessuno di farti sentire a disagio su come viaggi, dove vai, o sulla direzione che fai - immergere i cassonetti, fare una crociera, essere un turista, essere un viaggiatore, fare un giro.

Siamo tutti turisti. Siamo tutti viaggiatori. Quello che stiamo facendo è più importante di ciò che chiamiamo noi stessi.

Smettiamo di etichettarci l'un l'altro.

Perché non importa.

C'è una compiaciuta superiorità tra i viaggiatori quando usano le etichette. Le parole trasmettono il messaggio nascosto: "Sono un viaggiatore migliore di quello che sei."

Certo, non hai ancora fatto un'escursione nel Kilimangiaro, navigato in Amazzonia o viaggiato attraverso l'Asia centrale, ma potresti un giorno. O potresti non farlo. Non importa. È il tuo viaggio: vai al tuo ritmo, fai le tue cose.

Non mi importa dove o come viaggi finché vai, vedi qualcosa di nuovo e allarga il tuo orizzonte. Stare seduti in un resort non è la mia tazza di tè, ma se ti piace, non sei né più né meno un viaggiatore di me.

Mi definisco nomade perché mi piace la parola (e come si combina con il mio nome). Ma alla fine, è un'etichetta priva di significato.

La prossima volta che qualcuno cercherà di definirti, digli semplicemente: "Nessuna etichetta di viaggio, per favore. Siamo tutti uguali! Godiamoci semplicemente il fatto che siamo semplicemente persone sulla strada ".

Ne più ne meno.

Guarda il video: Nomadi - Le strade (Ottobre 2022).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send