Storie di viaggio

11 modi per migliorare la tua scrittura di viaggio


Questo post è un po 'dentro il baseball sulla scrittura di viaggi. È un seguito alle mie serie semifinali sui travel blogging che sono iniziate con questo post, hanno continuato con questo, e ora (probabilmente) finirà con questo post qui. Per me, il punto cruciale di tutti gli sforzi online è una buona scrittura. Con così tanti blog là fuori, se non puoi scrivere storie avvincenti, non potrai mai arrivare da nessuna parte! Così oggi, voglio presentare uno dei miei scrittori di viaggi preferiti, David Farley, che condividerà 11 consigli di scrittura per colleghi blogger e scrittori là fuori! Ecco David:

Ho sempre pensato che una volta che ho iniziato a scrivere per riviste di viaggi patinate, avrei potuto rilassarmi un po 'perché l'avevo fatto ". No! Poi ho pensato che una volta ho iniziato a scrivere pezzi per il New York TimesPotrei dire che ho avuto successo Non. A. Tutti. OK, forse quando ho pubblicato un libro, pubblicato da una grande casa editrice, le cose mi sarebbero un po 'più facili. Spero che!

Gli scrittori, in qualche modo, sono molto dispiaciuti. Raramente guardano qualcosa e dicono "perfetto!" Forse per un momento - ma danno uno scrittore un giorno e lui o lei torneranno a quello stesso articolo e troveranno dozzine di errori. Scrivere è un mestiere che non perfezioni mai.

Cerchiamo sempre di essere migliori. I creativi tendono ad essere perfezionisti. La scrittura richiede di continuare ad apprendere e migliorare.

Ma va bene, perché quella spinta fa sì che gli scrittori migliorino il loro lavoro. E solo attraverso la pratica e lo sforzo finiamo con Hemingways, Brysons, Gilberts e Kings of the world. (Matt dice: Una volta ho sentito che fino al giorno della sua morte, Frost non ha mai amato "The Road Not Taken". Lo stava costantemente rielaborando!)

Se sei un blogger di viaggi, probabilmente hai iniziato non come scrittore con esperienza giornalistica ma come viaggiatore che desidera condividere la tua esperienza. Probabilmente non hai avuto alcun addestramento formale o qualcuno da sbirciare da dietro le spalle e darti consigli.

Quindi oggi volevo condividere 11 suggerimenti che ti aiuteranno a migliorare la tua scrittura di viaggio o il tuo blog. Perché il mondo ha sempre bisogno di buoni scrittori - e una buona scrittura aiuta a far sentire di più la tua storia! Questi suggerimenti, se seguiti, miglioreranno la tua scrittura e faranno una grande differenza nella portata della tua scrittura!

11 modi per migliorare la tua scrittura di viaggio / blog


1. Leggi.Questo è il numero uno. perché ogni volta che uno scrittore in erba mi chiede come possono migliorare, è il mio primo consiglio. Leggi una buona scrittura. Assorbilo. Lascia che affondi nella tua anima. Non pensi sia possibile? Quando stavo per iniziare, ero malato per un fine settimana, così ho passato tre giorni a letto leggendo ogni pagina di quell'anno La migliore scrittura di viaggi americana antologia. Dopo aver finito, aprii il mio portatile e iniziai a scrivere per la prima volta dopo giorni. Ciò che è venuto fuori mi ha sorpreso: è stata la scrittura di altissima qualità che avevo fatto fino ad oggi. Ed è stato tutto perché sono stato assorbito dalla buona scrittura e mi ha filtrato attraverso la pagina nella mia stessa scrittura.

(Dice Matt: Ecco una lista dei miei libri di viaggio preferiti.)

2. Fallo per amore. Maya Angelou ha scritto: "Puoi diventare veramente bravo in qualcosa che ami". Non entrare in viaggio a scrivere per i soldi - dopo tutto, sarebbe totalmente irrealistico. E per favore non gravitare sul genere perché vuoi viaggi gratuiti e stanze d'albergo. "Invece", ha aggiunto Angelou, "fai così bene che le persone non riescono a staccare gli occhi da te". O, in altre parole, sforzati di diventare un così bravo scrittore che i redattori di tutte le pubblicazioni tu ho sognato di scrivere perché non posso più ignorarti.

3. Non essere collegato alla scrittura lineare. Non è necessario comporre un pezzo dall'inizio alla fine. A volte non è la struttura ideale della storia. Certo, forse l'hai già capito. Ma se no, va bene solo avere alcune scene e paragrafi di esposizione "su carta". Poi puoi fare un passo indietro e dare un'occhiata all'immagine più grande e riorganizzare quello che hai, capire il modo migliore per raccontare la storia .

4. Attingere al proprio senso di motivazione e guida. Gli studenti della mia università di New York che hanno avuto più successo non sono sempre stati i più talentuosi della classe. Ma erano i più guidati. Avevano letto abbastanza scritti di qualità e ci pensavano - capire cosa lo rendesse così meraviglioso - che c'era solo qualcosa riguardo alla scrittura che loro avuto. Non erano nati con quella comprensione, ma l'ambizione li spinse a cercare una scrittura migliore e poi a pensarci, ad analizzare ciò che lo rendeva buono (o non così buono). Drive ispira anche i futuri scrittori di successo a uscire in campo, a rendersi vulnerabili, rivolgendosi a scrittori più esperti per chiedere consigli o presentandosi agli editori in occasione di eventi o conferenze. Non essere timido! Stare in piedi in un angolo tranquillamente non ti porterà quanto mettere la mano per presentarti.

5. Cerca di capire cosa ti fa scorrere la mente e la scrittura. Lasciami spiegare: posso sedermi al mio portatile e fissare un documento Word vuoto per ore, non so come iniziare una storia o cosa scrivere. Quindi risponderò a un'email di un amico che vuole sapere del viaggio di cui sto cercando di scrivere. Scriverò una lunga email con aneddoti interessanti e interessanti sulla mia esperienza e includerò alcune analisi sul luogo e sulla cultura. E poi realizzerò: posso semplicemente tagliare e incollare questo diritto nel documento Word vuoto che ho visto per le ultime tre ore! Molti dei miei articoli pubblicati contengono blocchi di testo originariamente scritti come parti di e-mail per gli amici. Il "trucco e-mail" potrebbe non funzionare per tutti, ma inevitabilmente c'è un trucco per il resto di voi, che si tratti di parlare con un amico o di associarsi liberamente al diario.

6. Comprendi tutti gli aspetti dello storytelling. Esistono due tipi di scrittura di viaggio: saggio commerciale (o memoriale). Nella scrittura di viaggi commerciali, dovresti rendere le varie parti della storia un aspetto intrinseco delle tue conoscenze: dai modi in cui scrivere una lede al grafico, alle scene, all'esposizione e alle conclusioni. Per i ricordi e i saggi personali, sappi cosa significa arco narrativo come il dorso delle tue battiture. Aiuta a ottenere una comprensione intuitiva di queste cose prestando attenzione alla scrittura - alla lettura come uno scrittore - mentre leggi articoli di saggistica (e di viaggio).

7. Non stressare se la prima bozza è merda. Ernest Hemingway disse: "La prima stesura di tutto è merda." E non stava scherzando. Lo trovo vero quando sto scrivendo un saggio personale o un diario di viaggio. Scrivo, scrivo e scrivo, e non sono esattamente sicuro di cosa sto scrivendo sulla carta. Qual è il punto di questo? Mi chiedo. Perché lo sto facendo anche io? Ma qui è dove arriva la pazienza: alla fine, le nuvole si dividono, il proverbiale raggio di sole del cielo splende sui monitor dei nostri computer, e vediamo il punto di tutto: finalmente scopriamo cosa stiamo scrivendo e come meglio raccontare questa storia A volte succede come la magia. E non tutto in una volta: a volte è un po 'alla volta, come mettere insieme un puzzle. Ma come ho detto, la pazienza è la chiave, perché non sappiamo mai quando quella magia divina verrà attivata. Ma siediti abbastanza a lungo e basta volontà capita, te lo prometto. (Basta essere prudenti quando si prende l'altro consiglio scritto da Hemingway: "Scrivi ubriaco, modifica sobrio.")

8. Scrivi quello che sai. "Inizia a raccontare storie che solo tu puoi raccontare", ha detto lo scrittore Neil Gaiman, "perché ci saranno sempre scrittori migliori di te e ci saranno sempre scrittori più intelligenti di te. Ci saranno sempre persone che sono molto più brave a fare questo o farlo - ma tu sei l'unico. "

9. Quando hai finito con una bozza, leggerla ad alta voce. Preferibilmente, stampalo e leggilo ad alta voce. Questo ti permetterà di sentire meglio come suona il brano, e seguins e frasi goffe o frasi di frasi inaccettabili ti salteranno addosso in un modo più ovvio.

10. Prendi sempre un altro paio di occhi sulla tua scrittura. Mentre tutti gli scrittori commettono errori, è più difficile individuarli senza un editor. Gli editori sono molto importanti, ma non necessariamente devono essere qualcuno con una formazione formale. L'assunzione di un copyeditor è sempre ottima, se riesci solo a far leggere a un amico il tuo blog o la tua storia, potrebbe essere abbastanza buono.

È ancora meglio se hai qualcuno che non conosce il viaggio. Ho un amico che non viaggia molto; legge tutti i post del mio blog perché mi aiuta a essere sicuro di includere i dettagli importanti che avrei potuto saltare. Vedi, quando sei un esperto in qualcosa, spesso riempi gli spazi vuoti nella tua mente. Passi automaticamente da A a C; il passo B diventa subconscio. E quando scrivi, salti il ​​passaggio B perché sembra così ovvio. Ottenere qualcuno che non conosce i passi aiuterà ad assicurarti di includere tutto nel tuo post e non lasciare andare i tuoi lettori, "Huh?"

11. Infine, impara ad auto-modificare. Questo è dove molte persone sbagliano. Scrivono, lo leggono, pubblicano. E poi si sentono imbarazzati mentre dicono "Oh, amico, non posso credere di aver perso quell'errore". Non hai bisogno di essere un caporedattore, ma se segui alcuni principi, andrà molto lontano: prima , scrivere qualcosa e lasciarlo riposare per alcuni giorni prima della modifica. Dopo il primo round di modifiche, ripetere la procedura. Prendi un altro set di occhi su di esso. Stampa una lista di controllo delle regole grammaticali da esaminare mentre modifichi. (Nota: Matt ne ha creato uno qui per te.) Mentre rivedi il tuo lavoro, dì a te stesso: "Ho fatto questo? L'ho fatto? "Se segui il cheat sheet, prenderai la maggior parte dei tuoi errori e finirai con un prodotto finale molto migliore!

La scrittura è una forma d'arte. Ci vuole molta pratica. Quando sei un blogger da solo, può essere più difficile migliorare il tuo lavoro, perché non hai una voce esperta che ti dia suggerimenti e consigli e ti spinga a migliorare. Se non lo fai te stesso per essere migliore, non lo sarai mai. Tuttavia, anche se non sei fortunato a lavorare con un editor, questi 11 suggerimenti possono aiutarti a migliorare la tua scrittura oggi e diventare un blogger molto migliore, scrivendo storie che la gente vuole leggere!

David Farley ha scritto di viaggi, cibo e cultura per oltre venti anni. Il suo lavoro è apparso in Rivista AFAR, il New York Times, Washington Post, Condé Nast Traveler, e Hum del mondo, tra le altre pubblicazioni. Nel 2006 e nel 2013, ha vinto il Lowell Thomas Award dalla Society of American Travel Writers per gli articoli di riviste che ha scritto. Ha vissuto a Praga, Parigi, a Roma e ora a New York. È l'autore di Una curiosità irriverente ed è stato ospite del National Geographic. Insegna scrittura alla Columbia University e alla New York University.

Se stai cercando di diventare uno scrittore di viaggi o semplicemente migliorare la tua scrittura, David e io abbiamo creato un corso di scrittura di viaggio dettagliato e robusto. Attraverso lezioni video ed esempi di storie modificate e decostruite, otterrai il corso che David insegna alla NYU e alla Columbia (senza il prezzo). Se sei interessato, clicca qui per saperne di più.

Credito fotografico: 3

Guarda il video: 27 INGEGNOSI E PAZZESCHI TRUCCHI FOTOGRAFICI (Agosto 2019).