Storie di viaggio

Imparare ad andare con il flusso quando viaggi

Aggiornato: 02/02/2019 | 2 febbraio 2019

A volte è bene viaggiare senza assolutamente piani e, a volte, è bello avere un itinerario approssimativo.

Non importa quale sia la tua scelta, è importante che tu rimanga flessibile.

Quando ho iniziato a fare lo zaino in spalla nel 2006, ricordo di aver saltato su un treno per Amsterdam per un capriccio. Dopo che sono partito per la Spagna, ho perso così tanto la città, sono tornato spontaneamente ad Amsterdam e ho vissuto lì per due mesi. Una volta ero in Tailandia, e invece di andare avanti con il mio itinerario, ho deciso di rimanere a Ko Lipe per un mese.

Tuttavia, recentemente sono diventato più rigido nel modo in cui viaggio. Mi piace lavorare, e anche se potrei (a volte) lamentarmi del fatto che avere un sito web significa che non posso uscire dalla rete, la verità è che sono un maniaco del lavoro.

Mi piace migliorare questo sito.

Ho avuto questa etica del lavoro dai miei genitori, e non me ne sono mai liberata.

Ma avere un lavoro ha cambiato rapidamente il modo in cui ho viaggiato, e non come mi aspettavo. Certo, ha rimosso l'ansia di non sapere come avrei pagato la prossima tappa di ogni viaggio, ma ha sostituito quell'incertezza con un diverso tipo di ansia. Il tipo che deriva dalla responsabilità.

Prima ero un viaggiatore spensierato senza obblighi e completa libertà. Potrei fare quello che volevo. Ora ho blog da scrivere, email da rispondere, contenuti da pubblicare e interviste da fare. Ho amato il mio lavoro e la capacità di lavorare ovunque, ma è sempre arrivato con scadenze e responsabilità, soprattutto se volevo che continuasse a pagare le mie bollette.

Questo sito Web spesso non mi dà la possibilità di apportare modifiche pazzesche ai miei piani come ero abituato a fare. Questo lavoro, che avrebbe dovuto darmi libertà e flessibilità, in qualche modo è riuscito a incatenarmi a una scrivania virtuale e mi ha fatto temere l'incertezza che sarebbe potuta succedere se mi fossi liberato di esso.

Tuttavia, una delle risoluzioni del mio nuovo anno era di lavorare di meno e giocare di più. Voglio organizzare meglio come lavoro, quindi posso fare meno lavoro.

Mentre ero a Panama City, ho incontrato una ragazza finlandese che solo "va con il flusso". Non fa piani e non porta una guida, un computer, una macchina fotografica o un telefono. Sono tutte cose che la appesantiscono, ha detto. Lei era il mio opposto.

Ma mi è subito piaciuta.

Grazie a lei, sono stata a Panama City per una settimana extra e ho saltato dove stavo originariamente andando. Ho viaggiato all'ultimo minuto con lei nella piccola città di Portobelo per vedere lei e il mio amico JD in Colombia.

Mi aveva invitato con lei.

Fissando un paio di occhi blu che potevano leggermi molto meglio di quanto potessi leggerli, non ci provavo nemmeno e invece andavo con il mio stomaco.

"Ok lo farò!"

Svegliarsi e recarmi a Portobelo all'ultimo minuto è stata di gran lunga la cosa migliore che ho fatto da quando sono arrivato in Centro America. Portobelo, una città senza Internet, senza una buona spiaggia e senza attività divertenti di cui parlare, è diventato il mio posto preferito a Panama. I locali erano cordiali e chiacchieroni, trascorrevano le loro notti fuori nella piazza della città. Questo era l'unico posto a Panama dove mi è piaciuto molto il cibo locale (aveva spezie e sapore !!!).

Ma poi, il giorno prima che saremmo salpati, ho avuto i piedi freddi. Non stava navigando, non era Heidi, non era la Colombia. Avevo paura di essere offline.

Perché, a differenza di Heidi, non potevo semplicemente allontanarmi dalla tecnologia e da Internet.

La mia mente ha corso attraverso gli scenari peggiori. E se qualcosa fosse successo? Saremmo fuori sull'oceano e non sarei in grado di aggiustare nulla. Cosa succede se ho perso un'intervista? Un annuncio pubblicitario? Un lettore ha avuto un problema che mi ha contattato? E se, e se, e se!

Non sono andato Le ho detto che avrei impiegato la settimana per lavorare in modo che potessi unirmi a lei in Colombia.

"Ci arrivi tra sette giorni, giusto? Mandami una mail quando arriverai e salirò sul prossimo volo e ti incontrerò. In questo modo, "ho continuato," quando ti vedrò di nuovo, sarò disconnesso dal web e potremo goderci la Colombia. "

"Ok," disse lei. Potevo percepire il dubbio nella sua voce.

"Ci vediamo tra una settimana", dissi, baciandola addio.

Come viaggiatori, è importante che siamo disposti a cambiare i nostri piani in un momento. Il mio amico JD si è unito alla ragazza finlandese sulla barca per la Colombia. Stava andando in Costa Rica, ma decise che una gita in barca suonava meglio la mattina in cui andammo a Portobelo, e cambiò i suoi piani proprio lì e là. Anche lui incarna un atteggiamento "go-with-the-flow".

Di recente ho letto il libro Blink di Malcolm Gladwell. In esso dice che, mentre possiamo analizzare in modo eccessivo le cose, sono le decisioni istintive che danno i migliori risultati. A volte sappiamo solo cosa sembra giusto.

Non l'ho mai più sentita. Mentre proseguivo per Panama, controllavo la mia posta ogni giorno nella speranza che alla fine, un giorno, avrei sentito da lei, ma non l'ho mai fatto.

Capisco il motivo per cui lei ha ghirlandato. Eccomi qui, un ragazzo che ha scelto lavoro e tecnologia per navigare in Colombia con una bella donna a cui piaceva. Noi eravamo fondamentalmente persone diverse, credo, e probabilmente voleva solo qualcuno che fosse più spensierato.

Questa era una sveglia.

Avevo intrapreso i miei viaggi perché volevo vivere invece di lavorare. Ma quando il mio blog è decollato, ho scoperto che gli stessi vecchi problemi di lavoro / vita si stavano facendo sentire di nuovo. Se non fossi un turista, stavo lavorando. Anche se non ha reso i miei viaggi meno divertenti, li ha resi meno spensierati. Non ci sarebbero stati improvvisi viaggi in barca in Colombia o tempo a vivere su un'isola in Tailandia.

Penso che sia importante non pensare mai a te stesso quando viaggi. Quel posto dove stavi per andare sarà ancora lì in futuro, ma le persone con cui vai e le esperienze che stai per avere non saranno.

Il mio amico finlandese aveva ragione.

Fatti trasportare dal flusso.

Se vuoi passare più tempo con le persone, vai con loro.

Non lasciarti coinvolgere nel tuo itinerario.

Non devi andare dove non hai voglia di andare.

Come nomade digitale, penso che sia facile per me rimanere intrappolato nel lavoro. Internet impiegherà sempre tutto il tempo che gli dai. Rimango bloccato dietro al mio computer e bloccato nel mio itinerario, e sento che devo andare qui o devo farlo. Ho dimenticato come il viaggio sia sempre al suo meglio quando non è pianificato.

Ho imparato molto tempo fa a lasciar perdere e lasciare che il viaggio ti porti dove vuole. Ora, il viaggio mi ha offerto la possibilità di fare qualcosa di eccezionale con qualcuno di grande. Ma ho resistito. E viaggiare, ancora una volta, mi ha insegnato una dura lezione.

La lezione è che viaggiare significa cogliere le opportunità di fronte a te, specialmente quando sono opportunità di buttare via i tuoi piani.

Quando ho capito che la ragazza finlandese non sarebbe tornata, ho deciso di non dimenticare mai perché ho iniziato a viaggiare in primo luogo.

Sono grato per questa esperienza a Portobelo perché mi ha fatto capire che devo andare più con il flusso. Ho bisogno di dimenticare il computer e aprirmi al cambiamento e alla spontaneità. Perché, dopo tutto, quelli erano i motivi per cui ho lasciato il cubicolo in primo luogo.

Da qualche parte, quella ragazza è d'accordo!

Articoli Correlati:

  • Perché viaggiare può cambiare il mondo
  • Perché i viaggi di boicottaggio sono una cattiva idea
  • Perché dovresti saltare la scuola per viaggiare nel mondo

Come viaggiare per il mondo a $ 50 al giorno

Mio New York Times la guida best-seller dei libri tascabili ai viaggi nel mondo ti insegnerà come padroneggiare l'arte del viaggio risparmiando denaro, scendendo da sentieri battuti e facendo esperienze di viaggio più ricche e locali.

Clicca qui per saperne di più sul libro, su come può aiutarti e puoi iniziare a leggerlo oggi!


Prenota il tuo viaggio: suggerimenti e trucchi logistici

Prenota il tuo volo
Trova un volo economico usando Skyscanner o Momondo. Sono i miei due motori di ricerca preferiti perché cercano siti Web e compagnie aeree in tutto il mondo, in modo che tu sappia sempre che non viene lasciato nulla di intentato.

Prenota il tuo alloggio
Puoi prenotare il tuo ostello con Hostelworld dato che hanno il più grande inventario. Se si desidera soggiornare in un posto diverso da un ostello, utilizzare Booking.com in quanto costantemente restituire le tariffe più economiche per pensioni e alberghi economici. Li uso sempre.

Non dimenticare l'assicurazione di viaggio
L'assicurazione di viaggio ti proteggerà da malattie, infortuni, furti e cancellazioni. È una protezione completa nel caso qualcosa vada storto. Non ho mai fatto un viaggio senza di esso come ho dovuto usarlo molte volte in passato. Ho usato World Nomads per dieci anni. Le mie aziende preferite che offrono il miglior servizio e valore sono:

  • World Nomads (per tutti sotto i 70 anni)
  • Assicurati il ​​mio viaggio (per quelli oltre 70)

Cerchi le migliori aziende con cui risparmiare?
Controlla la mia pagina delle risorse per le migliori aziende da utilizzare quando viaggi! Elenco tutti quelli che utilizzo per risparmiare denaro quando viaggio - e questo ti farà risparmiare tempo e denaro!

Guarda il video: 28 TRUCCHETTI PER SOLE DONNE CHE TI SORPRENDERANNO (Agosto 2019).