Storie di viaggio

Intervista a Pauline Frommer


Pauline Frommer, figlia della leggenda della guida Arthur Frommer, si siede con noi per parlare degli affari di famiglia, della sua linea di guide, dei consigli di viaggio economici e della sua peggiore esperienza di viaggio di sempre.

Nomadic Matt: Molti bambini scelgono l'opposto dell'interesse dei loro genitori ma tu hai abbracciato l'amore per il viaggio di tuo padre. C'è un momento nella tua vita in cui pensi che viaggiare sia tutto ciò che volevi fare?
Pauline Frommer: Non sono sicuro che sia vero che i bambini di solito vanno nella direzione opposta dei loro genitori. Probabilmente nella maggior parte dei casi seguo le orme dei miei genitori. Ho iniziato a viaggiare con loro quando avevo 4 mesi e da allora ho trascorso diversi mesi all'anno sulla strada, quindi questo stile di vita nomade mi sembra molto normale.

Ma nessuno dei miei genitori ha mai pensato che "il viaggio è tutto (loro) voleva fare" e nemmeno io. Ci piace viaggiare e speriamo di fare del bene con la nostra vita promuovendo la comprensione interculturale attraverso i viaggi (e anche attraverso il furto grandi occasioni di viaggio, consentendo a un pubblico più ampio di viaggiare). Ma ho molti, molti altri interessi nella mia vita, che informano il mio viaggio di scrittura e di editing.

Com'è lavorare con tuo padre?
Mio padre è un brillante scrittore e pensatore, e ogni giorno imparo qualcosa di nuovo da lui. È ancora incredibilmente produttivo, scrive due colonne sindacate a settimana, innumerevoli blog per Frommers.com e appare con me ogni domenica alla radio. Mi sento molto fortunato ad averlo avuto come insegnante (e mi ha davvero insegnato molto nel corso degli anni). Di tanto in tanto abbiamo i nostri disaccordi, e questo può diventare appiccicoso, specialmente quando viviamo alla radio! Ma credo che, in generale, abbiamo un rapporto molto stretto e sano. Ed è un bisnonno per i miei figli.

Ti ho visto parlare al Boston Travel Show 3 anni fa sulla tua linea di guide. Come sono diversi i tuoi libri rispetto alla linea principale delle guide di Frommer?
Le normali guide di Frommer sono pensate per essere utili alle persone in tutte le fasce di spesa. Le mie guide sono rigorosamente per i viaggiatori in economia, ma a differenza di altre guide rivolte ai cheapskates (e mi considero un superbambino orgoglioso) i miei libri non sono necessariamente per il pubblico backpacker. Ho sentito che c'erano molte altre guide che coprivano quel mercato ma molto, molto poche per il ragazzo che lavora (o gal), che ha ancora voglia di girovagare ma potrebbe non avere lo stomaco per condividere una stanza con altre 10 persone e potrebbe avere solo un tempo limitato per viaggiare (nel senso che devono REALMENTE trovare buoni affari su veloci forme di trasporto). Essendo madre io stesso, i libri parlano anche molto direttamente ai bisogni delle famiglie in viaggio.

E abbiamo una sezione molto interessante in ciascuno dei libri intitolati "The Other" (come in "The Other Paris" o "The Other Maui") che guida i lettori verso esperienze che potrebbero provare che consentono loro di impegnarsi più direttamente con il locale cultura. Questi potrebbero essere "cene per cene piratesche" a San Francisco (dove gli chef locali dimostrano le loro abilità a cene per altri buongustai), bowling su strada in Irlanda (proprio come sembra, un gioco che si svolge su chilometri di strade di campagna) , partecipando alle lezioni presso le scuole del concessionario di Las Vegas (e imparando come esattamente ti hanno affollato), o facendo volontariato in una vacanza con un rifugio che aiuta cani e gatti randagi a Isla de Las Mujeres, in Messico. Queste sono solo una frazione delle esperienze insolite che mettiamo in guardia i nostri lettori.

Un'ultima differenza: passiamo molto più tempo di qualsiasi altra serie di guide turistiche tradizionali che esplorano sistemazioni alternative. Nella preparazione delle guide, non visitiamo solo gli hotel e quindi ci occupiamo delle società di noleggio e di altre opzioni. Visitiamo anche decine di appartamenti e agenzie, quindi possiamo dire con autorità quali sono i migliori. Facciamo castello in monasteri, conventi, fattorie, yurte, cavalli noleggiabili e carri coperti in Irlanda, lo chiami. Ci sono così tanti alloggi interessanti e convenienti e solo una minima parte di essi viene scritta dai media mainstream.

"Spendi meno, vedi di più": questa è la tagline dei miei libri, ma si adatta. Penso che quando spendi di meno puoi avere esperienze di viaggio più interessanti e autentiche. Mangerete dove mangiano i locali, festeggiando dove fanno festa. E, cosa importante, sosterrai l'industria locale e viaggerai in modo più verde, alloggiando presso le guesthouse di mamma e papà, mangiando in ristoranti locali amati, prendendo i mezzi pubblici, ecc.

Qual è la tua filosofia di viaggio complessiva? Come qualcuno che crea guide, come vedi l'ascesa delle guide online? È una cosa buona o cattiva?
Come primo editor di Frommers.com, sono stato il pioniere delle guide online. Ed è chiaro per me che ci stiamo spostando verso un supporto senza carta. Ecco perché Frommers sta inserendo il suo contenuto in tutti i tipi di moduli, da Internet alle app telefoniche ai pop-up nei sistemi GPS alle guide audio di iTunes. La mia unica speranza è che i lettori capiscano che c'è una differenza tra le guide create dai giornalisti e quelle che vengono lanciate su Internet come stratagemma di marketing da parte delle aziende di pubbliche relazioni. È importante che tu vada con un nome di cui ti puoi fidare, uno che presenta le informazioni in modo imparziale e rigorosamente ricercato.

La maggior parte dei miei lettori sono viaggiatori a lungo termine. Che consiglio daresti ai viaggiatori zaino in spalla e in tutto il mondo?
Leggere! E non sto parlando di guide. Sono fermamente convinto che un viaggiatore informato, uno che legge la storia del luogo che sta visitando, la sua cultura, la sua attuale situazione politica, la sua scena artistica, ecc., Ottenga di più dal viaggio, e altrettanto importante , sai cosa cercare. Avranno più probabilità di uscire dai sentieri battuti e di vedere come è realmente la cultura.

Qual è la tua peggiore esperienza di viaggio?
Una volta ho dovuto fare un articolo su una visita guidata, il che significava che dovevo fare un tour guidato (per due giorni). Mi sentivo come se fossi in una strana specie di prigione, dovendo vedere l'Italia attraverso il vetro di un grosso autobus, piuttosto che per le strade. E dover ascoltare una guida TERRIBILE continua drone avanti e avanti, dando una visione molto piccola di ciò che stavamo vedendo. In quel tour, ho sentito per caso una donna che si voltava verso il marito e che zampillava "Non è bella l'Italia! Non hai voglia di tornare. "Suo marito rispose con un'alzata di spalle" Eh. Ho visto di meglio". E ho pensato a me stesso, beh, se la sua unica esperienza in Italia consistesse nel elencare a questa noia un rumore continuo, mangiando nei pessimi ristoranti turistici abbastanza grandi da gestire 40 passeggeri di autobus tutti in una volta, e seduti su un autobus per ore ogni giorno ... beh, sì, probabilmente aveva visto meglio.

Ora non voglio dissare tutti i tour. Ho fatto degli ottimi tour a piedi nel pomeriggio, e ci sono alcune compagnie turistiche che non ti offrono questo tipo di esperienza pre-fab. Devi solo fare le tue ricerche per assicurarti di avere un tipo migliore di compagnia turistica. O viaggiare come tendo a-indipendentemente!

Pauline Frommer può essere trovata nel suo programma radiofonico settimanale, Twitter, o nel sito Web di Frommer, dove puoi trovare ulteriori informazioni sulla sua linea di guide.

Credito fotografico: 1

Загрузка...

Guarda il video: ARE GUIDEBOOKS BETTER THAN SMARTPHONES? ft. PAULINE FROMMER (Settembre 2019).